L’armonia del Feeng Shui

L’armonia del Feeng Shui

Le giornate scorrono veloci e tornare a casa è ritrovare se stessi, il proprio tempo. Le lancette dell’orologio tornano a scandire la giusta energia.

Secondo i sostenitori del Feng Shui, esistono delle direzioni più giuste per le varie attività della casa, ed anche della vita.
Il Feng Shui è un’arte orientale, di origine cinese, che si propone di supportare l’architettura tradizionale nella progettazione delle abitazioni e nella scelta dei mobili per l’arredamento
La casa, per raccogliere le giuste energie, dovrebbe essere costruita con forma regolare, quadrata o rettangolare, perché ogni direzione ha una stretta relazione con i più importanti aspetti della vita, la famiglia, i figli, la felicità stessa.
Seguendo la teoria dei campi magnetici, ecco i 3 principali consigli del Feeng Shui per concentrare sulla nostra casa le giuste energie.

1) Decluttering
L’ordine è il primo principio del Feeng Shui, per cui è opportuno liberarsi del superfluo.
Avere in casa oggetti non utili impedisce il fluire delle energie positive, creando una stasi ed influendo negativamente sul benessere della vita domestica.
Liberarsi di ciò che non serve è dunque la prima regola, e farlo nel modo più ecologico possibile è il giusto mezzo. Rivendere gli oggetti superflui potrebbe essere una possibilità, in modo che la casa viva in equilibrio con il necessario.

2) Colori
I colori della casa non devono essere la risultante di un momento di pura creatività, o di entusiasmo senza freni.
Prima di tinteggiare le pareti dei vari ambienti si deve tener presente che in salotto colori come il rosso o l’arancione incentivano e rendono più semplice la conversazione in famiglia o tra gli amici, il blu ed il verde in camere da letto favoriscono il relax e conciliano un sonno ristoratore ed il giallo, in cucina, stimola l’appetito e dona energia fin dall’inizio della giornata.

3) Disposizione dei mobili
Per la migliore accoglienza degli ospiti, il Feeng Shui suggerisce di disporre il salotto in modo che il divano sia rivolto verso la porta d’entrata. Questo indica predisposizione all’ospitalità.
Il divano dovrà essere, inoltre, collocato con lo schienale alla parete così da trasmettere senso di protezione e sicurezza in chi si siederà.
In camera da letto, il letto, al fine di garantire massimo relax e infondere una calda sensazione di quiete dovrà essere disposto in modo da non avere la visuale diretta sulla porta, e dovrà essere collocato in posizione lontana rispetto all’ingresso nella stanza.